Ciò che dovresti leggere

domenica 12 luglio 2015

Ciò che dovresti leggere: Angeli e folli, Dario Stefano Villasanta

Vi segnalo "Angeli e Folli", di Dario Stefano Villasanta.
Qui

potete acquistarlo, solo in formato cartaceo, da Ibs, oppure potete ordinarlo in libreria.

La sinossi:

"La storia è ambientata nella Milano dei primi anni 2000.
Dax, pregiudicato dichiarato psichicamente instabile per opportunità, è il protagonista principale della vicenda di passioni e storture sociali a cui si affiancano Giulia e Domenico, conosciuti per caso e quasi contemporaneamente, alle cui storie e vite egli si interessa, cercando di dare una scelta in più.
Domenico, causa anche un matrimonio andato male, depresso e distrutto dalla separazione, viene messo ancora più nei guai, anche a livello giudiziario e con la malavita, dalla ex moglie.
Dax cerca e ottiene l’aiuto di Giulia, prostituta altera e generosa con la quale prova a tirarlo fuori dai guai cercando un compromesso improbabile tra metodi legali e scorciatoie da fuorilegge.
Dopo vicissitudini controverse, flashbacks e riflessioni crude e romantiche nel contempo del protagonista, il romanzo termina con la scomparsa improvvisa e inspiegata di Dax e due criptiche lettere, le quali non dissipano il dubbio tra i due amici se si sia trattato di un moderno filantropo o di un semplice folle, da cui il titolo.
Il romanzo è strutturato in una cinquantina di capitoli volutamente brevi, per aumentare la scorrevolezza, ognuno termina introducendone un altro, le singole vicende sono alternate. Con l’inframezzo dei capitoli-riflessione di Dax, che cerca continuamente paralleli tra gli accadimenti del suo presente e quelli del suo passato, che via via narra e prende forma.
Il linguaggio cerca di avvicinarsi quanto più possibile a quello parlato e perlopiù gergale, misto a tratti in cui è vagamente d’ispirazione poetica, incentrato sui dialoghi sempre più brevi e frequenti con il prosieguo della storia e lo sviluppo dei personaggi."


Potete leggerne un estratto a questo link.

Nessun commento:

Posta un commento