Ciò che dovresti leggere

mercoledì 13 maggio 2015

Estratto: Navigando tra i confini della realtà, Ken Bi

Titolo: "Navigando tra i confini della realtà"
Autore: Ken Bi
Link d'acquisto: Amazon , Bookrepublic


Dal racconto "Habemus Papam"

"Il cardinale prese la mela e seguì le istruzioni impartitegli, assecondando un leggero languore pregresso. 
«Buonissima, un capolavoro della natura, perfetta in ogni suo aspetto, è in queste cose che si vede la mano e l’infinita sapienza di Dio, figliolo» disse il cardinale dopo aver deglutito il boccone, mentre ne affettava un altro spicchio. Lo porse al suo ospite ma questo declinò e cominciò a parlare senza guardarlo in faccia, fissando un angolo buio della stanza, tenendo in mano l’ambito cimelio. «Ti sei mai chiesto come si forma una mela? Fisicamente, cosa l’assembla molecola per molecola fino a produrre il risultato voluto? A partire da particelle inerti, nel tempo previsto... Credi che il meccanismo che si occupa dell’assemblaggio abbia una sua coscienza? Di sicuro c’è un progetto che viene seguito, eppure il risultato è ogni volta leggermente diverso … Io direi che sono più delle linee guida e quello che si occupa di portare a termine il lavoro lo esegua con una certa discrezionalità. Sembra più assimilabile a quello che fa un artigiano umano tutti i giorni, con la sua, seppur limitata, libertà d’azione, piuttosto che il risultato di un perfetto meccanismo automatico. Tu pensi che le azioni che quelle cellule compiono per mettere insieme una mela abbiano una connotazione morale? Non pensi, ad esempio, che eliminare una cellula che si comporta in maniera avversa alla sua specifica funzione sia una scelta obbligata e quindi non una vera e propria decisione? Non pensi che l’illusione della vita di poter perseguire delle proprie scelte sia solo funzionale alla realizzazione del progetto deciso a priori dall’architetto, che quell’entità ha evocato e permesso di esistere, e che per gli esseri umani il meccanismo sia simile? Che tu ed io stiamo facendo solo quello che è necessario o contrario alla costruzione della nostra mela e quello che è bene o male può essere definito solo in base a questo?»."

Nessun commento:

Posta un commento